La Carne Parlante

Gennaio 2015  - La Carne Parlante La Carne Parlante 

di Paolo Frigo

1   -Non siamo noi a Parlare della Carne: è la Carne che parla di Noi.

Non c’é Spirito che si incarni, Anima che si animi, nessun Significato che si serva di qualche  Significante per trovare un Senso alla Verità.

La relazione semantica fra la Cosa e il proprio Segno è senza Senso.
Il Segno è della Carne che lo parla, il suo Senso sta in sé stesso

Nessuno Spirito aspira a Mondi ulteriori: nessuna Metafisica.

Nessuna Verità che necessiti di Di-Mostrazione: il Dio è manifesto, la Verità è qui.

2     – La Carne è la forma del Logos.

Che la Carne parla di noi vuol dire che i concetti, le metafore, i simboli, le letterature, le matematiche, le rappresentazioni non sono Significanti che racchiudono in sé un qualche Significato: sono essi stessi quel che vogliono dire.
La Verità non si dimostra,  si mostra!

2b    -Non è che  Carne quel che produce Desiderio.

2b1   -Dunque è della Carne un Mondo fatto Oggetto, un Mondo fatto Cosa. Non è che della Carne ogni Paradiso, ogni Oggetto/Cosa ultima del nostro Desiderio.

Non è che della Carne la Cosa Prima, Motore Immobile del Mondo, il Che delle Cose.

2c     -Non è che Carne quel che produce dolore.

2c2   -Dunque è della Carne ogni nostra Domanda.

2c3   -Che ne sarebbe delle nostre domande se i recettori del dolore posti nella Carne invece che dolore emettessero segnali acustici? Desidereremmo come nostra Pace, nostra ultima fuga un Paradiso fatti di silenzio? Oppure sogneremmo a estrema meraviglia ed armonia un Oltre fatto di solo Bach?

2d   – Non è che Carne quel che ci vive con Pathos.

3        – Se visto come Significato, il Parlare stesso rinvia al proprio Significante, dice la forma del Parlante.

Se lo stesso oggetto  cui il Parlare fa riferimento, anziché essere il suo Significato,  è Significante allora qualcosa sta mostrando sé attraverso la propria struttura di significazione.

3.a     – Io Parlo e nel Parlare sono Parlato.

3.a.1  – Io Parlante sono Parola di qualcosa che Parla attraverso me.

Significato di qualcosa da cui sono espresso.

3.b    – Questo qualcosa è la Carne.

4      –  La Carne è la nascosta struttura del Mondo.

5     –  La struttura del Mondo è una InTensione: la Carne InTende.

6     –  L’InTensione della Carne è la Parola: Parola è Parabola.

Mediante la Parola/Parabola la Carne InTende il Mondo

Il Mondo è InTeso nella Parola così come nella foresta è tesa una trappola.
La Carne InTende la Parola/Mondo come il cacciatore Tende la sua trappola per catturare Altra, non posseduta Carne.
Non Posseduta è come non Compresa: la Carne che Intende nutrirsi di   altra Carne, la vuole Comprendere in se, il cibo è forma di conoscenza, sua precisa metafora, la digestione non è che una analisi.

7     – InTensione  è quanto sta fra la Carne ed il suo nutrimento: l’intera produzione di Mondo a partire dall’ImMondo.
Che è quanto l’Arco dell’Orizzonte descritto dalla Parola/Parabola circoscrive, includendolo.

L’ImMondo è fatto nutrimento e creato a propria immagine: del Tutto insignificante ed insensato, delle acque mescolate all’asciutto, viene fatto Mondo ed il Mondo è il Pardes, il giardino recintato da un PeriMetro che esclude l’ImMondo, il non misurato, l’Immenso.
7b – Questo, in quanto occorre che la Carne si riconosca nel proprio  Nutrimento.

7c – Di solo Pane vive l’uomo: di sola Carne.
8     –  Non commisurato al Metro che la Parola esprime, l’ImMondo non è che Morte.

9     – La Parola è il Termon, il termine entro cui è racchiuso il Mondo e il Termine ha la forma di una Parabola, di una Parola. E le proprietà del linguaggio, con l’infinito che esso racchiude, o sono arbitrarie e convenzionali oppure sono proprietà della Carne: sua precisa InTensione all’Altra Carne.

Alla sconosciuta e meravigliosa Carne che ci riempie gli occhi nei giorni di primavera o nelle lunghe sere d’estate e persino nei grigi giorni di pioggia, che ci colora la vita con l’azzurro del cielo e con il fiorire dei campi, che ci è Nutrimento e Sapore, il quale altro non è che  Sapere.

10      – Siamo fatti della stessa sostanza dei Segni.

.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...